Informazioni

Orari di visita

Lun. Dalle 09.00 alle 14.00
Mar- Dom: dalle 09.00 alle 19.30

Info e Prenotazioni

Lun.-ven. 8.30-19.00
Sab. 08.30-13.00

Tel: +39 0115617776
Fax:+39 011 562 3157
E-mail: info@museitorino.it

Eventi in programma

maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
 

Chi Siamo – Contatti

Drovetti 2014_ img 1-U103010642540205O-U10301107485913MeE-384x280@LaStampa-NAZIONALE-kRi-U10301107485913MeE-568x320@LaStampa.it
Il Museo delle Antichità Egizie venne fondato nel 1824 dal re Carlo Felice con l’acquisizione di una collezione di 5628 reperti egizi riunita da Bernardino Drovetti.
La sede del Museo è da allora nel palazzo che nel XVII secolo l’architetto Michelangelo Garove aveva costruito come scuola dei Gesuiti, noto come “Collegio dei Nobili”, e che nel XVIII secolo era diventato sede dell’Accademia delle Scienze.
Il 6 ottobre 2004 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali conferì in uso per trent’anni i beni del Museo ad una apposita fondazione, la Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, di cui fanno parte la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT.
cristillinEvelina Christillin – Presidente della fondazione Museo delle Antichità Egizie. 

Laureata in Storia e Demografia Storica, ha iniziato la propria carriera rivestendo fin da subito importanti incarichi in diversi ambiti inerenti lo sport e la cultura.

Ha infatti insegnato presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino, dove è stata docente presso la cattedra di Storia Moderna.

Prima dell’esperienza accademica ha lavorato dal 1978 al 1985 all’Ufficio Stampa Fiat occupandosi degli eventi sportivi (corse e rally) e della stampa estera.

 Nel 1996-1997 ha fatto parte del Comitato Scientifico per i cento anni della Juventus, curandone la mostra e il relativo catalogo, e dal 2007 è parte del Gruppo Cultura della Juventus.

Nel 1998-99 è stata Presidente Esecutivo del Comitato Promotore Torino 2006 e lo ha guidato al successo nell’ottenere i XX Giochi Olimpici Invernali del 2006, riportando la manifestazione sportiva in Italia dopo 46 anni di assenza; il trionfo le è valso il “Collare d’oro Olimpico” con cui è stata insignita nel marzo 2006. 

Dal 2000 al 2007 è stata Vice Presidente Vicario del TOROC, il Comitato per l’Organizzazione dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, di cui ha curato anche tutta la sezione relativa all’organizzazione delle Olimpiadi della Cultura. Inoltre è stata membro del Consiglio Direttivo del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi degli Scacchi di Torino 2006. 

Dal 2001 al 2005 ha partecipato alla Giunta Nazionale del CONI, prima e unica donna in Italia eletta in qualità di dirigente sportivo con delega speciale alle Olimpiadi del 2006.

Dal 2006 al 2010 ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione del Teatro Regio di Torino, in qualità di rappresentante del Ministro per i Beni e le Attività Culturali. 

Dal novembre 2010 è consulente delle Camere di Commercio Brasiliane per l’organizzazione dei Campionati del Mondo di Calcio 2014.

Dal 19 novembre 2012 è Presidente dalla Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino.

Dal 30 settembre 2013 è membro del Consiglio d’Amministrazione della Banca Carige S.p.A. di Genova.

Dal 26 giugno 2014 è membro del Consiglio Direttivo di Federculture.

Dall’8 ottobre 2015 è Presidente dell’Enit (Agenzia Nazionale Italiana del Turismo), nomina della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Da Marzo 2016 è stata nominata componente del Comitato Organizzatore del Progetto Ryder Cup 2022 della FIG Federazione Italiana Golf

Da Aprile 2016 è stata designata consigliera del Consiglio di Amministrazione di Banca Cariparma Credit Agricole

La Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino


 

La Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, costituita ufficialmente il 6 ottobre 2004, rappresenta il primo esperimento di costituzione, da parte dello Stato, di uno strumento di gestione museale a partecipazione privata.

 

Consiglio di Amministrazione

Il CdA è nominato dal Collegio dei Fondatori ed è composto da cinque membri, di cui:

  • IL PRESIDENTE, designato dal Ministro per i beni e le attività culturali, Dr.ssa Evelina Christillin;
  • un membro designato dal Presidente della Regione Piemonte, Dr.ssa Antonella Parigi;
  • un membro designato dal Presidente della Provincia di Torino, Dr. Alberto Avetta;
  • un membro designato dal Sindaco di Torino, Dr. Maurizio Braccialarghe;
  • un membro designato dalla Compagnia di San Paolo, Dr. Dario Disegni.
Comitato Scientifico

Il Comitato scientifico è nominato dal Consiglio di amministrazione ed è presieduto da uno studioso di chiara fama in egittologia, designato dal Ministro per i beni e le attività culturali, su proposta del Direttore generale per i beni archeologici del Ministero. Esso è composto, oltre che dal Presidente, da sei membri scelti tra personalità di riconosciuto prestigio nel campo della cultura e dell’arte e dotate di specializzazione professionale, comprovata esperienza e specifica competenza, in particolare, nei settori di attività della Fondazione.

  • Prof. Antonio Loprieno – Professore di Egittologia – Rettore Università di Basilea;
  • Prof. Helmut Satzinger, Professore di Egittologia presso l’Università di Vienna;
  • Dr. Neal Spencer, Curatore presso il Dipartimento dell’Antico Egitto e Sudan del British Museum, Londra;
  • Dott.ssa Maria Cristina Guidotti, Direttore del Museo Egizio di Firenze;
  • Dott.ssa Guillemette Andreu-Lanoë, Direttrice del Dipartimento delle Antichità Egizie – Musée du Louvre, Parigi.
Consiglio dei Revisori dei Conti

Il Collegio dei revisori dei conti è composto da cinque membri effettivi, nominati dal Collegio dei Fondatori, di cui:

  • un membro effettivo, con funzioni di Presidente, designato dal Ministro per i beni e le attività culturali; Dr. Luca Piovano;
  • un membro effettivo designato congiuntamente da Regione Piemonte, Provincia di Torino e Comune di Torino; Rag. Roberto Bianco;
  • un membro effettivo designato dalla Fondazione CRT, Dr. Massimo Lapucci;
  • un membro supplente designato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dr. Roberto Ferrara;
  • un membro supplente designato dalla Compagnia di San Paolo, Dr. Massimiliano Bonino.

 

STATUTO


 

E’ stata fondata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che conferisce in uso per trent’anni i propri beni, insieme con la Regione Piemontela Provincia di Torinola Città di Torinola Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT.

La Fondazione si propone di accogliere gli standard internazionali dell’ICOM ripresi anche con decreto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di adottare come guida del suo operato verso il Museo Egizio la definizione ICOM del museo:

Il museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali* dell’umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educazione e diletto. (ICOM Statutes art. 2 §1)

 

La Fondazione ha sede nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze, che ospita il museo sin da quando venne costituito nel 1824.

Iniziative

La Fondazione sta già concludendo alcune iniziative tra le quali

  • riqualificazione del percorso museale 
  • allestimento temporaneo dello Statuario, a cura di Dante Ferretti 
  • percorso di piante nel Museo, a cura dell’architetto paesaggista Paolo Peyrone 
  • introduzione di nuovi servizi per una migliore accoglienza dei visitatori 
  • sostituzione dei supporti dei reperti 
  • pubblicazione di guide bilingue per il museo 
  • didascalie bilingue nelle sale del museo 
  • promozione del Museo attraverso varie iniziative
grecoChristian Greco – Direttore.

 

Nato nel 1975 ad Arzignano (VI), Christian Greco è un egittologo, docente universitario del corso “Egyptian funerary archaeology and archeology of Nubia and the Sudan” presso l’Università di Leiden, il migliore centro di egittologia dei Paesi Bassi, e curatore di una delle collezioni egizie più importanti d’Europa, quella del Museo delle Antichità di Leiden.

Ha curato moltissimi progetti espositivi e di curatela, non solo in Olanda, ma anche in Giappone, Finlandia e Spagna ed ha sviluppato importanti collaborazioni internazionali, sia come membro di gruppi di ricerca sia con altri musei, fra cui i Musei Vaticani e il Louvre.

E’ stato membro della missione epigrafica americana a Luxor ed è da alcuni anni co-direttore della missione archeologica olandese a Saqqara. Al suo attivo, molteplici pubblicazioni sia divulgative sia scientifiche in varie lingue europee (italiano, francese, inglese, olandese, spagnolo).

Oltre ad un profilo scientifico e professionale altamente specializzato, il Dottor Greco esprime un’elevata competenza tecnico-scientifica e gestionale, sviluppata presso la Fondazione del Museo delle Antichità di Leiden in qualità, sin dal 2009, di responsabile della collezione egizia.

Dal 17 Giugno 2014 è membro del Comitato Tecnico-Scientifico per i Beni Archeologici del MIBACT.

Da Febbraio 2014 è Direttore della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino.

Federico Poole ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale” con una tesi sulla statuette funerarie (ushabti) del Nuovo Regno (1997). Ha collaborato alla catalogazione e all’allestimento della collezione egiziana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Dal 1994 al 1999 ha tenuto un corso di ieratico presso l’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale”, dove in seguito è stato professore a contratto di Egittologia (2009-2012). Dal 2013 è Curatore presso il Museo delle Antichità Egizie di Torino. Fra i suoi interessi vi sono la struttura sociale e l’organizzazione del lavoro nell’antico Egitto, l’archeologia, l’ideologia e la funzione sociale delle sepolture nell’antico Egitto, e la ricezione di elementi culturali faraonici in Campania.

 

Enrico Ferraris si è laureato presso l’Università di Torino (2004) e ha conseguito il dottorato in Orientalistica all’Università di Pisa con una tesi intitolata “Oggetti celesti e culti stellari nella documentazione figurativa e testuale egiziana” (2011). Ha partecipato alle campagne di scavo e di documentazione della Missione Archeologica dell’Università di Torino ad Alessandria d’Egitto (2001-2007) e ha lavorato al Museo Egizio del Cairo come membro del team scientifico italiano del progetto “Grand Egyptian Museum – Giza” del Ministero per gli Affari Esteri Italiano – Ufficio per la Cooperazione (2004), svolgendo in seguito l’incarico di schedatore di reperti egiziani per la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie (2008).

I suoi interessi scientifici si concentrano sull’astronomia antica, la geografia religiosa e la toponomastica antica egiziane.

ACME – Associazione Amici Collaboratori Museo Egizio

L’Associazione Amici Collaboratori del Museo Egizio di Torinoviene fondata il 4 settembre 1974 da Silvio Curto, Alessandro Roccati, Mario Tosi, Celeste Rinaldi, Luigi Saffirio, Maria Rosa Orsini e Ida di Aichelburg.

 

La vita dell’Associazione inizia nell’autunno del 1974 con una serie di iniziative volte ad avvicinare tutta la cittadinanza alla civiltà egizia rappresentata nel Museo Egizio di Torino.  Fin dall’inizio i Soci stabiliscono degli appuntamenti periodici, come cicli di conferenze tenute da studiosi di varia provenienza su argomenti idonei ad aprire nuove prospettive ed interessi sulle collezioni, spesso seguite da visite tematiche del Museo Egizio. Le oltre 300 conferenze fino ad oggi tenute sono pubblicate  nella collana SEREKH a cura dell’Associazione stessa e consultabili presso la biblioteca del Museo Egizio di Torino.

 Coerentemente con i suoi scopi statutari, nel corso degli anni l’Associazione: 

  • ha offerto al Museo collaboratori per consentire l’apertura di tutte le sale in occasione di eventi straordinari, e volontari specializzati per guidare i visitatori di riguardo;
  • ha reso possibili rilevanti donazioni di antichità, nonché nuove acquisizioni su fondi erogati da enti privati;
  • ha incrementato il patrimonio librario del Museo e ha contribuito economicamente alla realizzazione di pubblicazioni scientifiche di alto livello;
  • ha agevolato e collaborato agli scavi compiuti dalle missioni archeologiche organizzate dalla Soprintendenza alle Antichità Egizie; 
  • ha organizzato cicli di lezioni didattiche in varie località del Piemonte;
  • ha collaborato con il Museo all’allestimento di sale museali e mostre e ha curato l’organizzazione di congressi e giornate di studio.

 

Vai al sito

logo

Ispirandosi ai modelli anglosassoni, è stata promossa la costituzione de Gli Scarabei, Associazione dei Soci Sostenitori del Museo Egizio di Torino.

 

Fondata il 6 marzo 2007, ad oggi l’associazione raccoglie più di 200 iscritti tra le persone e le personalità più rappresentative della società civile, prevalentemente sul territorio piemontese.

 

L’idea di base è stata quella di un diretto coinvolgimento dei cittadini torinesi nella valorizzazione del Museo Egizio quale patrimonio culturale del territorio.

 

La loro principale finalità è la costituzione di un fondo annuale destinato ai restauri.

 

In meno di tre anni di attività Gli Scarabei hanno sponsorizzato importanti interventi di restauro per un importo di 80.000 euro focalizzati in particolare sulla Tomba di Kha, uno dei capolavori del Museo Egizio, e consistenti in operazioni delicatissime come la rimozione di vecchi interventi, il consolidamento e la stabilizzazione dei tessuti e la pulizia dei reperti

Informazioni su biglietteria e visite

info@museitorino.it

Informazioni sul Museo e le collezioni

info@museoegizio.it

Biblioteca

biblioteca.egizio@museoegizio.it

Servizi educativi

info@museitorino.it

ACME, Amici Collaboratori del Museo Egizio (volontari)

acme@museoegizio.it

GLI SCARABEI, Associazione Soci Sostenitori Museo Egizio

presidenza@gliscarabei.it

Ufficio stampa

fassone@spin-to.it

Archivio iconografico

archivio.fotografico@museoegizio.it

MuseumShop

libreriamuseoegizio@artefatto.com