gli Archeologi del Museo Egizio


Federico Poole ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale” con una tesi sulla statuette funerarie (ushabti) del Nuovo Regno (1997). Ha collaborato alla catalogazione e all’allestimento della collezione egiziana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Dal 1994 al 1999 ha tenuto un corso di ieratico presso l’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale”, dove in seguito è stato professore a contratto di Egittologia (2009-2012). Dal 2013 è Curatore presso il Museo delle Antichità Egizie di Torino. Fra i suoi interessi vi sono la struttura sociale e l’organizzazione del lavoro nell’antico Egitto, l’archeologia, l’ideologia e la funzione sociale delle sepolture nell’antico Egitto, e la ricezione di elementi culturali faraonici in Campania.

 

Enrico Ferraris si è laureato presso l’Università di Torino (2004) e ha conseguito il dottorato in Orientalistica all’Università di Pisa con una tesi intitolata "Oggetti celesti e culti stellari nella documentazione figurativa e testuale egiziana" (2011). Ha partecipato alle campagne di scavo e di documentazione della Missione Archeologica dell’Università di Torino ad Alessandria d’Egitto (2001-2007) e ha lavorato al Museo Egizio del Cairo come membro del team scientifico italiano del progetto “Grand Egyptian Museum - Giza” del Ministero per gli Affari Esteri Italiano - Ufficio per la Cooperazione (2004), svolgendo in seguito l’incarico di schedatore di reperti egiziani per la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie (2008).
I suoi interessi scientifici si concentrano sull’astronomia antica, la geografia religiosa e la toponomastica antica egiziane.