La Fondazione Museo delle Antichitą Egizie di Torino


La Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, costituita ufficialmente il 6 ottobre 2004, rappresenta il primo esperimento di costituzione, da parte dello Stato, di uno strumento di gestione museale a partecipazione privata.
 
 
 
 
logotipo Ministero per i Beni e le Attività Culturali  E’ stata fondata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che conferisce in uso per trent’anni i propri beni, insieme con la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT.
La Fondazione si propone di accogliere gli standard internazionali dell’ICOM ripresi anche con decreto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di adottare come guida del suo operato verso il Museo Egizio la definizione ICOM del museo:
Il museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali* dell’umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educazione e diletto. (ICOM Statutes art. 2 §1)
 

La Fondazione ha sede nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze, che ospita il museo sin da quando venne costituito nel 1824.

Iniziative

La Fondazione sta già concludendo alcune iniziative tra le quali

  • riqualificazione del percorso museale
  • allestimento temporaneo dello Statuario, a cura di Dante Ferretti
  • percorso di piante nel Museo, a cura dell’architetto paesaggista Paolo Peyrone
  • introduzione di nuovi servizi per una migliore accoglienza dei visitatori
  • sostituzione dei supporti dei reperti
  • pubblicazione di guide bilingue per il museo
  • didascalie bilingue nelle sale del museo
  • promozione del Museo attraverso varie iniziative